logo dottoressa psicologa antonella bovino

Consulenze techiche di parte e d'Ufficio

La Dottoressa Antonella Bovino esercita perizie e consulenze tecniche di parte e d'Ufficio in ambito civile, penale, minorile. Iscritta alla lista dei CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) Psicologi Psicoterapeuti del Tribunale di Tivoli (Roma), si occupa di casi di separazioni, divorzi e affidamento. Collabora con studi legali nel ruolo di CTP (Consulente Tecnico di Parte) affiancando l’avvocato e il suo assistito in quelle situazioni in cui è richiesta o consigliabile una valutazione o un accertamento psicologico o psicopatologico.
Nel mio ruolo di CTP partecipo agli incontri peritali effettuati dal CTU nominato da tribunale, appurando la correttezza metodologica della Consulenza, eventualmente producendo ulteriore documentazione clinica.
Gli ambiti di intervento generalmente riguardano:

consulenze tecniche di parte e d'ufficio

Conosci la differenza tra CTU e CTP

Chi è il CTU (Consulente Tecnico d'Ufficio)?

In ambito giuridico la figura del CTU è disciplinata dal codice di procedura civile. Si tratta di un organo giudiziale al quale il giudice può rivolgersi nello svolgimento della propria attività sia in ambito civile, sia in ambito penale.
Il Ctu viene nominato dal giudice e collabora con lui, compie verifiche, valutazioni, esprime pareri e dopo aver compiuto le indagine richieste, redige una relazione definita, appunto, Consulenza Tecnica d’Ufficio.
Il Giudice, infatti, dopo aver elaborato dei quesiti utili a chiarire le posizioni delle parti, li sottopone al CTU, che ha il compito di rispondere a tali quesiti in maniera precisa e dettagliata tramite, appunto, un elaborato finale, strumento utile al fine delle cause o perizie in corso. In ambito psicologico il CTU opera attraverso colloqui, osservazioni cliniche e somministrazione di test psicodiagnostici.
Ai fini dell’elaborazione di una sentenza, il Giudice per poter decidere, deve avvalersi anche dell’intervento di altri professionisti. Dopo aver analizzato il punto di vista del Consulente d’Ufficio, il Giudice deve paragonarlo a quello dei Consulenti di Parte.

Chi è il CTP (Consulente Tecnico di Parte)?

Il Consulente Tecnico di Parte (CTP) è una figura professionale che va assumendo sempre maggiore importanza nei processi civili e penali; viene nominato dalle parti ed ha il compito di seguire le varie fasi della perizia/consulenza, di tutelare, nei limiti della propria professione, la propria parte. Il compito del CTP sarà quello di affiancare il CTU in ogni sua azione di consulenza, al fine di sostenere o contestare le osservazioni da lui prodotte. Ciò significa che il tecnico di parte dovrebbe favorire l’instaurarsi di una sintonia con l’esperto giudiziario affinché il lavoro da compiere – che per il principio del contraddittorio e diritto alla difesa deve svolgersi collegialmente – ne tragga beneficio. Nell’ambito del suo operato, il CTP deve rispettare i principi stabiliti dal proprio codice deontologico e gli opportuni criteri di correttezza professionale, legalità e moralità, operando con spirito di autonomia non subordinato alle volontà del legale dal quale ha ricevuto l’incarico.
Il CTP assume un ruolo fondamentale, poiché, sulla base delle proprie conoscenze tecniche, tutela l’interesse della parte che l’ha nominato che, altrimenti, dovrebbe affidarsi solo ed esclusivamente al Giudice per difendere i propri diritti.